Questa traduzione è incompleta. Collabora alla traduzione di questo articolo dall’originale in lingua inglese.

Secure context
This feature is available only in secure contexts (HTTPS), in some or all supporting browsers.

Le API per la geolocalizzazione permettono agli utenti di fornire la propria posizione alle applicazioni web. Per ragioni di privacy, all'utente viene richiesta l'autorizzazione all'uso della posizione.

L'oggetto della geolocalizzazione

Le API di geolocalizzazione sono pubblicate tramite l'oggetto navigator.geolocation.

Se l'oggetto esiste, il servizio di geolocalizzazione è disponibile. Puoi testare l'esistenza dell'oggetto tramite:

if ("geolocation" in navigator) {
  /* la geolocalizzazione è disponibile */
} else {
  /* la geolocalizzazione NON È disponibile */
}

Nota: Su Firefox 24 e versioni più vecchie, "geolocation" in navigator ritorna sempre true anche se l'API è stata disabilitata. Questa cosa è stata sistemata con Firefox 25. (bug 884921).

Ottenere la posizione corrente

Per ottenere la posizione corrente dell'utente devi chiamare il metodo getCurrentPosition(). Viene così lanciata una richiesta asincrona che calcola la posizione attuale dell'utente. Quando la posizione viene calcolata, la funzione viene eseguita. Puoi creare una funzione che viene chiamata in caso di errore. Un terzo parametro opzionale è un oggetto che permette di settare il tempo massimo della posizione calcolata, il tempo di attessa per una nuova richiesta e la possibilità di usare la massima accuratezza per il cacolo della posizione.

Nota: Per default, getCurrentPosition() cerca di calcolare la posizione nel modo più veloce possibile avendo però una bassa accuratezza. Questo metodo è utile se ti serve una risposta veloce. Dispositivi con il GPS possono richiedere anche alcuni minuti per fare un calcolo preciso della posizione, quindi dei dati meno accurati (come l'indirizzo IP o il wifi) possono essere usati da getCurrentPosition().

navigator.geolocation.getCurrentPosition(function(position) {
  do_something(position.coords.latitude, position.coords.longitude);
});

L'esempio qui sopra chiama la funzione do_something() quando la posizione viene calcolata.

Controllare la posizione attuale

Se la posizione cambia (perché il dispositivo di sposta o perché viene calcolata una posizione più accurata), puoi settare una funzione che viene chiamata quando la posizione attuale si aggiorna. Basta usare la funzione watchPosition(), che ha gli stessi parametri di input di getCurrentPosition(). Questa funzione viene chiamata più volte così da permettere al browser di sapere sempre la posizione del dispositivo. La funzione di errore è opzionale come lo era per getCurrentPosition().

Nota: Puoi usare watchPosition() senza una chiamata iniziale a getCurrentPosition()

var watchID = navigator.geolocation.watchPosition(function(position) {
  do_something(position.coords.latitude, position.coords.longitude);
});

Il metodo watchPosition() ritorna un ID numerico che può essere usato per identificare univocamente il controllo della posizione; puoi usare questo valore insieme al metodo clearWatch() per fermare il controllo della posizione.

navigator.geolocation.clearWatch(watchID);

Risposta positiva

Sia getCurrentPosition() che watchPosition() accettano una risposta positiva, opzionalmente una risposta di errore e un oggetto PositionOptions.

Una chiamata a watchPosition è più o meno così:

function geo_success(position) {
  do_something(position.coords.latitude, position.coords.longitude);
}

function geo_error() {
  alert("Nessuna posizione disponibile.");
}

var geo_options = {
  enableHighAccuracy: true, 
  maximumAge        : 30000, 
  timeout           : 27000
};

var wpid = navigator.geolocation.watchPosition(geo_success, geo_error, geo_options);

Descrivere una posizione

La posizione dell'utente è descritta usando un oggetto Position, che deriva dall'oggetto Coordinates.

Errori

La funzione che viene invocata in caso di errore quando si chiamano getCurrentPosition()watchPosition() vuole un oggetto PositionError come primo parametro.

function errorCallback(error) {
  alert('ERROR(' + error.code + '): ' + error.message);
};

Esempi live

HTML Content

<p><button onclick="geoFindMe()">Viasualizza la mia posizione</button></p>
<div id="out"></div>

JavaScript Content

function geoFindMe() {
  var output = document.getElementById("out");

  if (!navigator.geolocation){
    output.innerHTML = "<p>La geolocalizzazione non è supportata dal tuo browser</p>";
    return;
  }

  function success(position) {
    var latitude  = position.coords.latitude;
    var longitude = position.coords.longitude;

    output.innerHTML = '<p>Latitudine: ' + latitude + '° <br>Longitudine: ' + longitude + '°</p>';

    var img = new Image();
    img.src = "https://maps.googleapis.com/maps/api/staticmap?center=" + latitude + "," + longitude + "&zoom=13&size=300x300&sensor=false";

    output.appendChild(img);
  }

  function error() {
    output.innerHTML = "Impossibile calcolare la tua posizione";
  }

  output.innerHTML = "<p>Locating…</p>";

  navigator.geolocation.getCurrentPosition(success, error);
}

Risultato live

I permessi

Tutte le estensioni presenti su addons.mozilla.org che richiedono la posizione sono obbligate a chiedere un permesso all'utente. La seguente funzione richiede il permesso per l'uso della posizione. La risposta dell'utente viene salvata nelle preferenze tramite il parametro pref. La funzione fornita nel parametro callback viene chiamata con un valore booleano (true o false) che indica la risposta dell'utente. Se la risposta è true, l'estensione può accedere alla posizione dell'utente.

function prompt(window, pref, message, callback) {
    let branch = Components.classes["@mozilla.org/preferences-service;1"]
                           .getService(Components.interfaces.nsIPrefBranch);

    if (branch.getPrefType(pref) === branch.PREF_STRING) {
        switch (branch.getCharPref(pref)) {
        case "always":
            return callback(true);
        case "never":
            return callback(false);
        }
    }

    let done = false;

    function remember(value, result) {
        return function() {
            done = true;
            branch.setCharPref(pref, value);
            callback(result);
        }
    }

    let self = window.PopupNotifications.show(
        window.gBrowser.selectedBrowser,
        "geolocation",
        message,
        "geo-notification-icon",
        {
            label: "Share Location",
            accessKey: "S",
            callback: function(notification) {
                done = true;
                callback(true);
            }
        }, [
            {
                label: "Always Share",
                accessKey: "A",
                callback: remember("always", true)
            },
            {
                label: "Never Share",
                accessKey: "N",
                callback: remember("never", false)
            }
        ], {
            eventCallback: function(event) {
                if (event === "dismissed") {
                    if (!done) callback(false);
                    done = true;
                    window.PopupNotifications.remove(self);
                }
            },
            persistWhileVisible: true
        });
}

prompt(window,
       "extensions.foo-addon.allowGeolocation",
       "Foo Add-on wants to know your location.",
       function callback(allowed) { alert(allowed); });

Compatibilità dei browser

We're converting our compatibility data into a machine-readable JSON format. This compatibility table still uses the old format, because we haven't yet converted the data it contains. Find out how you can help!

Funzionalità Chrome Edge Firefox (Gecko) Internet Explorer Opera Safari
Supporto base 5.0 (Yes) 3.5 (1.9.1)[1] 9 10.60
No support 15.0
16.0
5
Secure origins only 50.0 No support 55 (55) No support 39 10
Funzionalità Android Android Webview Edge Firefox Mobile (Gecko) Firefox OS IE Mobile Opera Mobile Safari Mobile Chrome for Android
Supporto base ? (Yes) (Yes) 4.0 (4) 1.0.1 ? 10.60
No support 15.0
16.0
3.2 (Yes)
Secure origins only ? 50.0 No support 55.0 (55)       10.1 50.0

[1] Firefox calcola la tua posizione anche usando il tuo WiFi grazie ai Google Location Services. Durante il trasferimento tra Firefox e Google, i dati scambiati includono dei dati sul WiFi Access Point, un token di accesso (simile a un cookie) e l'indirizzo IP dell'utente. Per maggiori informazioni, dai un'occhiata alla Privacy Policy di Mozzilla e alla Privacy Policy di Google.

[2] A causa del punto [1], questa API non si può usare in China. Puoi usare le API di Baidu o di Autonavi.

Firefox 3.6 (Gecko 1.9.2) ha aggiunta il supporto per l'uso del servizio GPSD (GPS daemon) per usare la geolocalizzazione su Linux.

Vedi anche

Tag del documento e collaboratori

Hanno collaborato alla realizzazione di questa pagina: robertopinotti
Ultima modifica di: robertopinotti,