Pubblicare il tuo sito

Una volta finito di scrivere il codice e di organizzare i file del tuo sito, dovrai caricarli online per permettere ad altri di accedervi. Questo articolo ti aiuterà a mettere online la tua creazione senza troppi sforzi.

Quali opzioni ho?

Ci sono molti modi per pubblicare un sito e l'argomento è molto vasto. Lo scopo di questo articolo non è compilare una lista di tutte le opzioni possibili, ma piuttosto illustrare i pro e i contro dei tre metodi principali più indicati per i principianti e orientarti verso uno in particolare che dà risultati immediati per la maggior parte dei lettori.

Acquistare un hosting e un dominio

Per gestire più liberamente i contenuti e l'aspetto del proprio sito, molti scelgono di acquistare:

  • Un hosting, ovvero uno spazio "a noleggio" sul server web di una compagnia di hosting dove caricare i file del tuo sito. Il server web rende il contenuto fruibile ai visitatori del tuo sito.
  • Un nome dominio, ovvero un indirizzo univoco attraverso il quale gli utenti possono trovare il tuo sito, come http://www.mozilla.org o http://www.bbc.co.uk. Puoi noleggiare un dominio per il tempo desiderato (minimo un anno) da un registrar di dominio.

Molti siti professionali adottano questa soluzione.

Inoltre avrai bisogno di un programma File Transfer Protocol (FTP) per trasferire i file dal tuo computer al server web (consulta How much does it cost: software per ulteriori dettagli). Ogni programma FTP funziona in modo diverso, ma in linea generale devi connetterli al tuo server web immettendo le credenziali fornite dalla tua compagnia di hosting (es. username, password, hostname). Una volta connesso, vedrai i file locali (sul tuo PC) e i file del server web in due finestre separate e potrai trasferirli da una parte all'altra:

Consigli su hosting e domini

  • In questo articolo non intendiamo sponsorizzare compagnie di hosting o registrar di domini specifici. Si possono però reperire facilmente cercando "web hosting" e "domain names" sul proprio motore di ricerca preferito. Tutti i registrar permettono di verificare se il nome di dominio scelto è disponibile o se qualcun altro l'ha già registrato.
  • Alcuni internet service provider mettono a disposizione lo spazio sufficiente per un piccolo sito web. Anche se hanno funzionalità limitate, sono l'ideale per i tuoi primi esperimenti.
  • Puoi utilizzare alcuni servizi gratuiti come Neocities, Blogger, e WordPress. Non sono certo paragonabili ai servizi a pagamento, ma offrono risorse sufficienti per condurre i primi esperimenti.
  • Molte compagnie offrono soluzioni di hosting e dominio in un unico pacchetto. I servizi gratuiti di solito non hanno bisogno di software FTP per caricare i file: basta trascinarli e rilasciarli nell'interfaccia web.

Usare una piattaforma online come GitHub o Google App Engine

Puoi pubblicare il tuo sito anche attraverso alcune piattaforme:

  • GitHub è un sito di sviluppo di codice sorgente comunitario. Permette agli utenti di caricare il codice in cartelle apposite (repository) controllate mediante Git, un sistema di controllo versione. Se non diversamente specificato, il codice caricato su GitHub è open source. Ciò significa che puoi collaborare a progetti altrui e i programmatori di tutto il mondo possono trovare il tuo codice, utilizzarlo, imparare da esso o migliorarlo. GitHub ha una funzionalità molto utile chiamata GitHub Pages, che permette di generare un sito web dal codice in tempo reale.
  • Google App Engine è una piattaforma che permette di sviluppare ed eseguire applicazioni attraverso l'infrastruttura Google, sia per lo sviluppo da zero di applicazioni web multi-tier (un tipo di architettura client-server molto diffusa) che per ospitare un sito web statico. Per maggiori informazioni consulta How do you host your website on Google App Engine?

A differenza della maggior parte degli hosting, questi strumenti sono gratuiti ma hanno delle funzionalità limitate.

Usare un IDE online come CodePen

Online si possono trovare numerose applicazioni web che emulano l'ambiente di sviluppo di un sito, consentendoti di vedere in tempo reale come appare il codice HTML, CSS e JavaScript mentre lo scrivi… tutto in un'unica finestra del browser! In generale, questi strumenti sono abbastanza semplici, ottimi per imparare e per condividere codice (ad esempio se vuoi mostrare una certa procedura o chiedere ai colleghi di effettuare un debug) e gratuiti accontentandosi delle funzionalità base. La pagina generata dal tuo codice viene ospitata su un indirizzo web univoco. Le funzionalità base sono però limitate e di solito non offrono spazio per ospitare risorse (come le immagini).

Prova alcuni tra questi servizi e scegli quello più adatto alle tue esigenze:

Pubblicare con GitHub

Vediamo ora i passi per pubblicare il tuo sito su GitHub Pages:

  1. Registra un account GitHub e verifica il tuo indirizzo email.
  2. Crea un repository per i tuoi file.
  3. Su questa pagina, nella casella Repository name, inserisci username.github.io, dove username è il tuo username. Per esempio, Mario Rossi scriverà qualcosa come mariorossi.github.io.
    Inoltre, spunta la casella "Initialize this repository with a README" e fai clic su Create repository.
  4. Ora trascina e rilascia i contenuti del tuo sito nel repository e fai clic su Commit changes.

    Nota: Assicurati che la tua cartella contenga un file chiamato index.html.

  5. Apri username.github.io per vedere il tuo sito online. Per esempio, per il nome utente chrisdavidmills, vai a chrisdavidmills.github.io.

    Nota: Potrebbero essere necessari alcuni minuti perché il sito vada online. Se non lo vedi immediatamente, attendi alcuni minuti e riprova.

Per approfondire consulta GitHub Pages Help.

Approfondimenti

In questo modulo